NuotoPuglia

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Terzo trofeo Payton : Grande vittoria della Fimco Sport!

E-mail Stampa PDF

 

 

 

Terza edizione del Trofeo estivo organizzato dalla Payton Bari nello scenario dello Stadio del Nuoto con la partecipazione di team provenienti non solo dalla Puglia ma anche da Marche, Calabria, Molise, Campania, Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e Lazio, oltre alla presenza della società Gradski Klub Vodenih Sportova di Sarajevo.

La vittoria finale è stata ad appannaggio della Fimco Sport del Presidente Gigi Mileti, con il bottino finale di 764 punti nonostante l’assenza dell’atleta di punta Ginevra Masciopinto che in questi giorni è impegnata ad Helsinki per i Campionati Europei Juniores con la Nazionale Italiana giovanile assieme ad Erika Gaetani, dei Nuotatori Pugliesi e Marco de Tullio dello Sport Project.

Sul secondo gradino del podio salgono a “braccetto” i due team baresi Cus Bari e la padrone di casa Payton, entrambi con 515 punti, mentre dal quarto posto in poi troviamo Nuoto Giovinazzo, Icos Sporting Club, Adriatika Nuoto e Nuotatori Pugliesi.

Reduci dalle fatiche del Settecolli a Roma, tra i protagonisti assoluti si mettono in evidenza Rita Maria Pignatiello del Centro Nuoto Foggia che nei 50 stile libero migliora il suo personale con un eccellente 26.54, terza prestazione di sempre in Puglia alle spalle della Masciopinto e di Elena di Liddo.

Torna a nuotare nella piscina barese anche Irene Lacriola della Payton che assieme alle colleghe di team e di stile Adriana Compierchio e Francesca Miolla ha partecipato alla finale B dei 400 misti del più antico e prestigioso meeting di nuoto internazionale al mondo. Irene si impone nei 200 misti in assoluto controllo con il timing di 2.21.23

Davide Miglietta della Icos Sporting Club vince i 50 stile libero e ferma il crono a 23.90 ( lo scorso anno il suo migliore era 23.98 sempre al Trofeo Payton) mentre nei 50 rana femminili vince la primatista italiana della distanza per la categoria Ragazzi  Benedetta Pilato dei Nuotatori Pugliesi con 32.58.

Anche Manuela Mendolicchio del Cus Bari scrive il suo nome nella bacheca del trofeo imponendosi con un eccellente 1.11.66 nei 100 rana.

Ottimi risultati anche dai "piccoli" degli Esordienti A che appena rientrati da Scanzano Jonico con la rappresentativa Pugliese quarta assoluta al Trofeo delle Regioni, hanno dato sfoggio della propria bravura anche a Bari, tra tutti citiamo Isa Salvadore della Fimco Sport che vince 50, 100 e 200 rana oltre ai 200 misti.

Prossimo appuntamento per gli agonisti pugliesi le finali regionali Assoluti e di categoria che andranno in scena nell’impianto dello Stadio del Nuoto di Bari dal 17 al 20 luglio e che saranno l’ultimo appello per qualificarsi ai Campionati Estivi di Roma ad agosto.

Otré Team Acque Libere da Capri ad Ercolano

E-mail Stampa PDF

Riceviamo dal Team Otrè Acque libere e volentieri pubblichiamo:

 

Come lautamente annunciato ben quattro atleti della Otré Team Acque Libere, su un totale di dodici iscritti da tutto il mondo, hanno compiuto venerdì 29 giugno l’impresa della 28km partecipando alla Capri-Ercolano, primo prologo della gara internazionale che a settembre vedrà sfidarsi i più forti atleti del mondo nella storica Maratona del Golfo di Napoli.

Si tratta dei tre master Matilde Petruzzi, Antonio Barletta e Antonio Tinelli allenati dalla stessa coach Petruzzi e Paolo Agrusti, agonista allenato da Ippazio Pinca.

La partenza è avvenuta alle ore 9:25 da “Le Ondine Beach Club” di Capri e agli atleti è stato imposto il tempo limite di 10 ore per arrivare al “Lido Angel’s” di Ercolano.

Già da giorni addietro il bollettino metereologico non presagiva nulla di buono, in ogni caso i nostri nuotatori, che hanno preparato meticolosamente la traversata con intense sessioni di allenamento già dal mese di gennaio, non hanno esitato un attimo nella convinzione di affrontare questa impervia traversata. Ogni nuotatore è stato assistito da una imbarcazione con a bordo un driver, un giudice e un proprio collaboratore con l’enorme responsabilità di individuare la migliore traiettoria e rifornire l’atleta in base a schemi ampiamente collaudati durante gli allenamenti.

Mister Petruzzi è stata assistita da Gianvito Resta, Antonio Barletta da Marianna Boccardi, Antonio Tinelli da Onofrio Novembre e Paolo Agrusti da Livia D’Elia. Dopo oltre 16.000 bracciate, circa 15-18 rifornimenti in acqua senza mai toccare l’imbarcazione, pena la squalifica, e oltre 28km nuotati i nostri atleti hanno raggiunto la prossimità della costa napoletana.

Le condizioni impervie del mare con corrente ed onde contro già dopo i primi 3km e il forte vento, hanno condizionato la traiettoria dei nostri atleti spingendoli verso Torre del Greco, impedendo di fatto ai tre Master di raggiungere l’arrivo ad Ercolano distante solo 2-3km allo scadere delle 9h30’ quando i giudici alle ore 19:00 hanno richiamato in barca tutti gli atleti.

La loro condizione atletica li avrebbe portati tranquillamente a percorrere i pochi metri che li separavano dall’arrivo nonostante i 27-28km già nuotati. Solo al diciassettenne Paolo Agrusti è stato concesso l’ultimazione del percorso poiché era il più prossimo all’arrivo completando l’impresa in 10h18’. S

olo un’altra ragazza di 22 anni ha completato appieno la traversata, mentre tutti gli altri si sono ritirati oppure sono rientrati con la barca.

Tuttavia l’impresa è stata davvero imponente e tutti gli atleti sono molto soddisfatti per aver nuotato lungo tutto il Golfo di Napoli senza mai esitare un attimo e determinati a non abbandonare la traversata, nonostante l’estenuante fatica e il dispendio di migliaia di calorie. “Sapere di essere accomunati dalla palpitazione di un comune obiettivo - dichiara coach Petruzzi - è stata la forza che ha animato tutti noi durante i minuti e le ore trascorsi in mare. Siamo pienamente soddisfatti.” Ora finalmente agli atleti e ai loro impavidi assistenti è concesso un periodo di meritato riposo.

 

 

 

 

 

In foto da sinistra: Onofrio Novembre, Antonio Tinelli, Paolo Agrusti, Livia D’Elia, Matilde Petruzzi, Gianvito Resta, Antonio Barletta e Marianna Boccardi

Elena di Liddo Regina di Spagna!

E-mail Stampa PDF

 

 

 

 

 

 

 

Il 2018 sarà l'anno di Elena di Liddo? Le premesse ci sono tutte, non parole, non sensazioni ma fatti! Fatti concreti come possono essere concrete le lancette del cronometro che inesorabilmente segnano la prestazione di un nuotatore.

 

Concrete sono le due meravigliose medaglie che la ventiquattrenne atleta biscegliese del Circolo Canottieri Aniene di Roma allenata da Raffaele Girardi nella piscina della Netium a Giovinazzo ha vinto a suon di record personali partecipando con la Nazionale Italiana assoluta alla edizione 2018 dei Giochi del Mediterraneo in svolgimento al Campclar Aquatic Centre di Tarragona fino al 25 giugno.

 

Elena vince dominando letteralmente la finale dei 100 farfalla, finale conquistata la mattina di venerdì scorso con una batteria da 57.97, migliorandosi ulteriormente nel pomeriggio con uno spettacolare 57.59, terza prestazione di sempre in Italia e nono crono mondiale stagionale.

 

Nella giornata di domenica è tempo per i 50 farfalla, ed Elena si fa trovare pronta in qualifica sempre più lanciata nell’Olimpo del nuoto internazionale, stampando il proprio personale chiudendo seconda con il tempo di 26.24, terza prestazione al-time in Italia.

 

Nella finale pomeridiana è medaglia d'argento abbassando ancora il suo best time in 26.21 battuta solo dalla specialista Farida Osman, nata ad Indianapolis negli States da padre egiziano, dove è cresciuta prima di trasferirsi in California dove vive e si allena all'Università di Berkeley.

 

Non poteva mancare la ciliegina sulla torta per Elena Di Liddo che con la staffetta 4x100 mista femminile compie il percorso netto: oro, record italiano e della mainifestazione.

Margherita Panziera (1'00''54), Arianna Castiglioni (1'06''14), Elena Di Liddo (57''05) ed Erika Ferraioli (54''54) nuotano in 3'58''27, togliendo quarantadue centesimi al 3'59''07 siglato dalla Nazionale (Zofkova, Castiglioni, Bianchi, Pellegrini) in finale alle Olimpiadi di Rio 2016!

In attesa di partecipare agli Europei in vasca lunga a Glasgow ad inizio agosto riflettori puntati sul classico Trofeo Internazionale Settecolli che vedrà i migliori esponenti del nuoto mondiale sfidarsi a Roma nel prossimo week end, dove l'atleta biscegliese sarà impegnata nei 50 e 100 farfalla al cospetto di mostri sacri come Sarah Sjostrom e Ranomi Kromowidjojo!

La Otrè all’Oceanman nel Lago d’Orta

E-mail Stampa PDF

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Sabato 23 giugno si è svolta la traversata del Lago d’Orta (Novara) inserita nel circuito internazionale “Oceanman”.

Oltre mille iscritti provenienti da 38 diversi paesi del mondo e tre le distanze previste di cui la più lunga di 14km, con partenza da Omegna ed arrivo a Lido Gozzano, la 4,5km con partenza dall’Isola di San Giulio ed arrivo a Lido Gozzano e la 1,3km con partenza dalla spiaggia “Miami” ed arrivo sempre al Lido Gozzano.

Per il sesto anno consecutivo non è mancata la presenza degli atleti della Otrè di Noci del presidente Gabriella Fusillo.

Tra i 322 iscritti alla 14km, partiti alle ore 10:00, c’erano anche 13 atleti Otrè che hanno dato il massimo senza risparmiarsi e con l’obiettivo di completare l’ardua impresa natatoria.

Il primo atleta Otrè a tagliare il traguardo è stato il giovane Paolo Agrusti con il tempo di 3h25’47”. Paolo, allenato da mister Ippazio Pinca, si piazza al 19° posto assoluto e vince la medaglia d’oro di categoria. Con il tempo di 3h50’49” arriva l’altra giovane della squadra Otrè Valeria Quiete che vince l’argento di categoria e si piazza al 65° posto assoluto.

Il primo Master Otrè a concludere la traversata è Domenico Notarnicola con il tempo di 3h58’23”.

In sequenza, nell’arco di due minuti, tagliano il traguardo Antonio Putignano (4h03’01”), Gianni Distante (4h03’11”), Antonio Tinelli (4h04’17”) e la coach del gruppo Otrè Matilde Petruzzi (4h05’03”) che conquista la medaglia di bronzo di categoria.

Gli altri arrivi Otrè sono Pasquale Curione con il tempo 4h29’17”, Roberto Miraglia che chiude in 5h51’28”, il trio composto da Gianvito Resta, Livia D’Elia e Onofrio Novembre che fermano il crono a 5 ore 55 minuti e pochi secondi e chiude gli arrivi per la Otrè Luigi Mansueto con il tempo di 6h09’16”.

Alla half-Oceanman, cioè la traversata di 4,5km svoltasi nel primo pomeriggio, hanno partecipato in 461 tra cui quattro della Otrè.

Il primo maschio a tagliare il traguardo per l’edizione 2018 è proprio Giuseppe Ventaglini, giovane della scuderia Otrè di mister Ippazio Pinca, che ferma il crono a 1h06’16” e vince anche l’oro di categoria. Con il tempo di 1h52’ taglia il traguardo Giovanna Chiafele, dopo 2h14’47” arriva Ignazio Putignano e chiude gli arrivi Otrè Anna Mansueto con il tempo di 2h21’16”.

Numerosi anche gli iscritti alla 1,3km denominata “Sprint” con 225 atleti alla partenza tra cui due della Otrè. I due debuttanti nel Lago d’Orta sono Giuliano Laterza che chiude in 29’55” e Francesca Recchia che ferma il crono a 58’19”.

“Ancora una volta all’Oceanman con atleti veterani e debuttanti – dichiara coach Petruzzi – per condividere la crescente passione per le acque libere che sta contaminando sempre più nuotatori. E’ una disciplina impegnativa e comporta una specifica preparazione, ma allo stesso tempo è aggregante e restituisce tante soddisfazioni. Sono contenta delle prestazione di tutti i miei atleti, che oltre ad essere animati dal senso del sacrificio sportivo, sanno coniugare sport e divertimento nella giusta misura a beneficio di uno splendido spirito di gruppo.”

Pagina 1 di 133

Seguici su Facebook!

Aggiornamento tutti i giorni a tutte le ore!

Login

Facebook

You are here: Home